Chiesa di Santa Maria della Visitazione – Cascia

Posted in Recupero Beni Artistici

MESSA IN SICUREZZA DELLA CHIESA DI SANTA MARIA DELLA VISITAZIONE SITA NEL CAPOLUOGO DEL COMUNE DI CASCIA E DANNEGGIATA DAGLI EVENTI SISMICI DEL 24 AGOSTO 2016 E SUCCESSIVI DICHIARATA INAGIBILE CON ORDINANZA N. 177 DEL 11/10/2016

 

A seguito degli eventi sismici del 24 Agosto 2016 e successivi, Krea Costruzioni è stata invitata a realizzare la messa in sicurezza della Chiesa di Santa Maria della Visitazione, sita nel capoluogo del comune di Cascia dichiarata inagibile con Ordinanza n. 177.

Un tempo denominata Santa Maria della Plebe, poi collegiata per insigne di Santa Maria è sicuramente la più importante tra le antiche chiese della cittadina di Cascia con un’origine, che indagini storiche fanno risalire ad epoca anteriore all’anno mille. Di particolare pregio la pala d’altare raffigurante la Pace tra i Casciani, dipinta nel 1547 (rimossa in via precauzionale dai VV.F) e i molteplici affreschi dipinti tra la fine del XIV e inizi del XV secolo.

La chiesa presenta un grave quadro fessurativo costituito da lesioni verticali e sub verticali anche passanti concentrate per sulla parte destra della facciata principale e sulle pareti laterali della cappella del SS. Sacramento. Particolarmente intenso risulta il quadro fessurativo in corrispondenza della parete laterale di destra in cui si riscontrano profonde fessurazioni diagonali di distacco e rotazione con dislocamento centimetrico della parete muraria verso valle sintomo di una chiara attivazione di un meccanismo di ribaltamento semplice. In facciata, oltre al distacco evidente tra le volte e la parete, è presente un significativo spanciamento della parte centrale alta a causa dell’effetto di martellamento indotto dalle murature e solai presenti a quel livello mal collegati alla facciata stessa.

Obiettivi alla base della progettazione sono stati:

  • La Salvaguardia della incolumità pubblica e privata;
  • La Tutela e conservazione del Bene;
  • Garantire il transito sia veicolare che pedonale sulla strada antistante il prospetto sud-est della chiesa;
  • Consentire il rientro nelle abitazioni agibili poste immediatamente a valle del prospetto Nord-est della Chiesa;

Per raggiungere i sopra obiettivi la realizzazione dell’opera è stata impostata mediante interventi non con le usuali puntellature dall’esterno che a causa dell’elevata altezze della chiesa avrebbero di fatto chiuso totalmente la strada antistante, ma prevedendo interventi con tiranti posti all’interno, sfruttando le masse e le strutture portanti della stessa chiesa.

L’opera nel suo complesso è concepita con tiranti e puntoni. Per i tiranti sono stati utilizzati barre tipo Gewi in acciaio 500/550 e trefoli in acciaio tipo Warrington Seale ᴓ16 ᴓ12, mentre per i puntoni e le strutture di contenimento e ripartizione dei carichi sono stati utilizzati profili in acciaio S355JR quali HEA e UPN, tutti spessorati con legno di abete C24.

Allo scopo di tutelare prima di tutto l’incolumità degli operatori internamente alla chiesa, è stata realizzata una struttura di protezione in tubi e giunti con soprastante tavolato ligneo, costituente un camminamento sicuro per le operazioni di messa in sicurezza e per il successivo accesso interno sia alla chiesa che ai locali della sacrestia.